POSA PARQUET PREFINITO IN BAMBOO

Posa prefinito in bamboo.

Il bamboo è un eccellente tipo di legno che si contraddistingue rispetto agli altri per la sua maggiore resistenza del 30 %.

Esistono diverse tipologie di bambù, ma SARDEGNA PARQUET consiglia di optare per quelli che rispettano il loro naturale processo di crescita sino a quando non raggiungono le caratteristiche ideali per essere lavorati e posati e garantire un risultato di qualità e duraturo.

Le venature naturali e i dettagli irregolari donano al pavimento un aspetto vissuto e anticato, ideale per ambienti classici. Ha inoltre un effetto vintage e armonioso che lo rendono adatto anche ad ambienti moderni.

Alcuni dettagli del bamboo

Brandy è il parquet in bamboo piallato a mano della serie Neo-Evolution. Il suo colore Bruno e la piallatura a mano, una bellissima lavorazione che regala al tatto una piacevole sensazione naturale, rievocano la bellezza dei pavimenti del passato per un effetto vintage caldo e armonioso che ricorda molto un pavimento color noce.Le bisellature e i dettagli irregolari regalano al pavimento un aspetto vissuto e anticato.http://www.vanitybamboo.it

Questo pavimento è idoneo sia per la posa flottante che incollata?

Ebbene si Questa tipologia di pavimento è idonea sia alla posa incollata che flottante con utilizzo di materassino sottopavimento fono assorbente.

IN CHE COSA CONSISTE LA TECNICA DELLA POSA FLOTTANTE?

La tecnica flottante, chiamata anche galleggiante è un metodo di posa molto recente, pratica, veloce, meno invasive e anche più ecocompatibile, in quanto, il montaggio non prevede l’impiego di chiodi o di colle. I listelli, infatti, vengono semplicemente combinati, incastrati grazie ad una combinazione classicamente definita come maschio-femmina e, in seguito, appoggiati sul pavimento; quest’ultimo deve essere ricoperto da un materassino di materiale isolante in grado di uniformare il contatto del parquet galleggiante col piano di posa e impedire, al contempo, la risalita di umidità e la propagazione di rumori.

Materassino da utilizzare come sottopavimento:

Va da se che il materassino da appoggiare sul pavimento sottostante o sul massetto deve essere in grado di resistere a carichi sia statici che dinamici, in base alla destinazione della pavimentazione e, in qualsiasi caso, servirà per garantire una superficie liscia e omogenea sulla quale appoggiare il parquet, caratterizzato da uno spessore molto sottile.

Lavoro eseguito a Cagliari, in un ambiente moderno, realizzando la posa a tolda di nave irregolare e completando l’opera con un delicato battiscopa bianco laccato da 5 cm che dà un tocco di classe in più.